Marene 4 - 1 Monregale

22 April 2018 - 15:00 at Comunale

Non pervenuti

Il Marene passeggia su una versione ectoplasmatica della Monregale, troppo brutta ed insipida per essere vera. Due gol per tempo regalano il successo ai padroni di casa, vittoria mai in discussione, con ospiti mai in partita, timidi, quasi decontestualizzati. Mister Enrici propone un iniziale 4-5-1 con Barberis terzino sinistro, centrocampo folto con Cavallo a destra e Lugliengo a sinistra che in fase di attacco sostengono l’azione di Miha unica punta. In panchina partono La Sala e Jaku, con giustificazioni differenti: per il terzino incombe lo spettro della squalifica e si preferisce garantirne la disponibilità nel match salvezza con il Valvermenagna; per il bomber Leo, meglio dosare oculatamente le energie visto il tour de force di quattro partite in undici giorni.
Primo tempo molto brutto, a Marene il taglio erba è stato (volutamente?) approssimativo e il campo si presenta irregolare in più punti, con diverse zone di erba alta che non facilitano il gioco. Il caldo improvviso e fuori stagione, probabilmente, fa il resto. Il Marene gioca molto sul pericoloso duo di attacco Bosio-Dario Serra, innescati spesso con lanci lunghi. La Monregale appare sin da subito confusa, distratta, imprecisa e impacciata. Due minuti di gioco e tocca già rincorrere: Gonella regala un calcio d’angolo al Marene con una sbavatura in uscita alta, dalla bandierina cross tagliato di interno di Cottino (una delle armi in più dei locali), estata implacabile di Bosio a centro area e 1-0. Lampo Monregale al 17′: Cavallo scarica sulla destra per Sampò, cross al limite dell’area dove Lucchino tenta la girata al volo, altissima sull’incrocio. Le poche idee degli ospiti in fase di impostazione e realizzativa si evidenziano con una emblematica azione di Lugliengo alla mezz’ora: recupera palla sull’esterno, si accentra e dopo due dribbling in orizzontale, da trenta metri, lascia partire un tiraccio completamente sballato. Tuttavia la Monregale avrebbe una grande occasione per pareggiare: 40′, l’ottimo Barberis (unico a salvarsi nel grigiume generale con una prestazione coraggiosa e positiva) lancia profondo sulla fascia sinistra, Cavallo colpisce di testa all’indietro servendo Miha in inserimento, doppio rimpallo vinto (anche in modo un po’ fortunoso), chance a tu per tu col portiere da posizione defilata ma il tiro sul primo palo viene respinto dal sempre attento Milanesio. Il Marene, invece, punisce: tempo scaduto, rimessa laterale dalla sinistra, cambio di gioco profondo sulla destra, Dario Serra va via di potenza guadagnando il fondo, cross sul quale l’arbitro vede un tocco con il braccio di Cuniberti. Rigore che Bosio trasforma con freddezza, angolatissimo sulla sinistra di Gonella.
Nella ripresa ci si aspetta un miracolo, o quanto meno un segnale che le cose possano mettersi meglio per i monregalesi. Pia illusione che, se non altro, dura appena tre minuti: palla persa a centrocampo, Dario Serra vince un rimpallo di forza con Barberis, avanza, taglia a sinistra per l’inserimento di Peretti, a tu per tu con Gonella che respinge con un’ottima uscita bassa; retroguardia ospite completamente immobile, tutti fermi, tanto che Peretti può riprendere ed insaccare con tutta calma per il 3-0. La bandiera monregalese è tenuta alta dal tandem Barberis-Lugliengo: 10′, il primo va via in velocità sulla sinistra, serve sulla corsa in secondo che con un bel diagonale batte Milanesio sul secondo palo. Ma non è giornata: ancora stiamo appuntando in bella calligrafia la rete del 3-1 che il Marene affonda e guadagna un altro rigore; sempre Bosio dal dischetto, questa volta Gonella si tuffa dalla parte giusta e respinge molto bene, ma ancora una volta i compagni dormono, non così Dario Serra che implacabilmente serve il poker.
Da annotare quasi più nulla, eccezion fatta per un paio di incursioni dei nuovi entrati Serra (due volte) e Mazouf che creano un po’ di scompiglio, senza però muovere gli equilibri. Ritmi sempre più bassi per una partita che lentamente si spegne senza mai essersi effettivamente accesa. Domenica fortemente deludente, che si chiude con la speranza che nel turno infrasettimanale con il Valvermenagna (mercoledì 25 aprile, ore 15) la musica sia decisamente diversa.

MARENE (4-4-2): Milanesio; Giaccardi (34′ st Lovera), Coaloa, Lisa, Pochintesta; Cottino, Salomone (23′ st Valerioti), Gattino (28′ st Carena), Peretti; Serra Dar., Bosio (43′ st Murazzano). A disp. Gastaldi, Rinaldi, Castiglia. All. Parola.
MONREGALE (4-1-4-1): Gonella; Sampò, Griseri, Cuniberti, Barberis (38′ st Martinetti); Tomatis (17′ st Di Fede); Cavallo, Capellino, Lucchino, Lugliengo (20′ st Mazouf); Miha (17′ st Dan. Serra). A disp. Turco, La Sala, Jaku. All. Enrici.
Arbitro sig. Gregorio Sità di Torino.
Reti: pt 2′ e 46′ rig. Bosio (MA); st 3′ Peretti (MA), 10′ Lugliengo (MO), 12′ Dario Serra (MA).
Note: Spettatori 60 circa. Ammoniti Salomone, Gattino (MA), Cuniberti, Di Fede (MO). All’11 st Gonella respinge un rigore di Bosio poi ribadito in rete da Serra. Tempo di recupero: pt 1′, st 2′.

Download Best WordPress Themes Free Download
Download Best WordPress Themes Free Download
Download WordPress Themes Free
Download Nulled WordPress Themes
free download udemy paid course
download intex firmware
Download Nulled WordPress Themes
lynda course free download
×