Monregale 1 - 2 A. B. Ceva

10 March 2019 - 14:30 at Centro Sportivo Monregale

Così no

Male, per Dio. No, non stiamo parlando dello sventurato Fantozzi alle prese con il tordo nella cena dalla duchessa Mazzanti Viendalmare, bensì di una Monregale troppo brutta per essere vera che lascia in mano al Ceva l’ultimo derby di stagione. Monregalesi irriconoscibili rispetto alle ultime uscite: partita senza mordente, senza grinta, senza personalità, prestazione scialba ed incolore. Tre punti comodamente offerti ad un Ceva che a dire il vero non fa gran che per far sfavillare la propria brillante posizione di classifica: ma tanto basta. Un avversario quadrato in difesa, ma soprattutto con tanta, tanta fame in più dei ragazzi di Michelotti, basta per scombinare i piani di una giornata che a Mondovì ci si aspettava con esito diverso. Tralasciamo gli episodi negativi a sfavore (un rigore negato al culmine di una prestazione arbitrale non eccelsa, l’infortunio di Maia,…) e incassiamo, ma allo stesso tempo ci auguriamo che la cattiveria agonistica completamente assente domenica riemerga in fretta e furia per poter essere fedele accompagnatrice della difficile, prossima trasferta nella tana del Canale. Altrimenti, la strada per la salvezza rischia di presentare rampe durissime.
Con Griseri a mezzo servizio per influenza, il 4-4-2 del giorno prevede Mellano e Cuniberti centrali, con Barberis a destra e Fenoglio a sinistra; a centrocampo Bonelli, Martini, Rossi e Salifu; davanti Matteo Maia e Massa Boa. La Monregale parte bene: trentacinque secondi e Maia viene liberato al tiro sulla destra, bel diagonale sul secondo palo che impegna Zoppi in tuffo. Ma al 6’ la musica è già cambiata: rimessa laterale a lunghissima gittata di Vizio (è la specialità della casa, lo sanno tutti, ma evidentemente non basta…), palla nel cuore dell’area dove Salvatico prepara indisturbato (all’altezza dell’area piccola!) l’ottima acrobazia in rovesciata che batte Gonella. Reazione monregalese 5’ dopo con un lancio sulla destra a liberare Massa Boa che fila via verso la porta, abbattuto al momento della conclusione in porta in piena area di rigore: dalla nostra posizione il penalty sembra gigantesco, l’arbitro lascia correre. Al 16’ altra occasione per i padroni di casa: mischione in area dove succede di tutto e di più, l’arbitro non segnala irregolarità, Rossi si libera al tiro da posizione favorevole, palla fuori. Al 19’ la Monregale deve rinunciare a Matteo Maia: precedentemente toccato duro ad un fianco e vittima di una violenta strusciata contro il sintetico che gli scortica mezza schiena, il giovane attaccante lascia il posto a Mazouf. Al 24’ il raddoppio cebano: Lika arriva fin quasi sul fondo dalla sinistra, tiro-cross sul primo palo che sorprende Gonella, l’incerta respinta del portiere si impenna e Figone è il più lesto di tutti a spingere la palla in rete. Gli ospiti potrebbero fare tris al 40’ ma Salvatico da dentro l’area di rigore non trova la porta con un esterno destro.
Nella ripresa Michelotti prova subito il tutto per tutto passando al 3-4-3, con l’inserimento di Griseri nel terzetto di difesa. La Monregale arremba e il Ceva arretra, ma alla fine per parte Monregale ci sarà molta confusione, tanti episodi sporadici, nervosismo, schemi saltati e poca concretezza. Al 3’ ci prova Salifu che lavora bene un pallone al limite, interno destro alto sulla traversa; al 15’ una punizione da oltre 25 metri di Massa Boa trova pronto Zoppi nella respinta a pugni sul primo palo; al 19’ le distanze si dimezzano: Fenoglio scappa sulla destra, quasi dal fondo opera un tiro-cross, questa volta l’intervento difettoso è di Zoppi che si lascia scavalcare dalla traiettoria, a nulla vale il disperato tentativo di recupero di un difensore; palla nel sacco e 1-2. Da questo momento la partita è continuamente spezzettata e priva di spunti di rilievo, eccezion fatta per un contropiede del Ceva che libera Salvatico solo davanti a Gonella, bravo nella chiusura di piede. Finisce così, con il Ceva che esulta e la Monregale che manda giù un boccone davvero amaro.

MONREGALE (4-4-2): Gonella; Barberis (1’ st Griseri), Mellano, Cuniberti, Fenoglio, Bonelli (19’ st Tirari), Martini, Rossi, Salifu (11’ st Jaku); Massa Boa, Maia (19’ Mazouf). A disp. Calandri; Gazzera, Malloul, Osifu. All. Michelotti.
A.B. CEVA: Zoppi; Bracco, Barbero, Raineri, Vizio, Ansaldi, Rozio (36’ st Giribone), Figone (29’ st Bouras), Damnjanovic (26’ st Vinai), Salvatico, Lika (44’ st Cola). A disp. Pagotto, Bagnasco, Bettin. All. Quaglia.
Arbitro sig. Fabio D’Agostino di Pinerolo.
Reti: pt 6’ Salvatico (C), 24’ Figone (C); st 19’ Fenoglio (M).
Note: spettatori 150 circa. Ammoniti Mellano, Rossi, Massa Boa (M), Vizio, Salvatico (C). Tempo di recupero: pt 3’, st 4’.

Download Best WordPress Themes Free Download
Free Download WordPress Themes
Download Best WordPress Themes Free Download
Download Premium WordPress Themes Free
udemy course download free
download samsung firmware
Download Premium WordPress Themes Free
free download udemy paid course
×