Monregale 2 - 1 Tre Valli

24 February 2019 - 14:30 at Centro sportivo Monregale

Che derby!

Non nascondiamoci: quella con il Tre Valli era una partita di importanza fondamentale. Non tanto e non solo perché classificata come “derby”, e quindi come evento sempre un po’ speciale e diverso da tutti gli altri, quando per la particolare situazione di classifica di entrambe le squadre. Una partita come tutte le altre, o forse no; una partita in cui mettere in campo tutto e ancora un po’, sicuramente. Una partita dove non contano amicizie fuori dal campo, dove occorre essere (sportivamente) spietati, sfruttando al massimo ogni frangente favorevole, ogni episodio, ogni possibile distrazione altrui. Una partita che – soprattutto vista la situazione di classifica – non si può proprio sbagliare, anche se è meglio non sovraccaricarla troppo, non investirla eccessivamente di significato (già ne ha di per sé) per evitare ansie eccessive. Per questo, proseguendo a non nasconderci dietro un dito, confessiamo che al termine del primo tempo, da fuori, eravamo preoccupati. Che la squadra – sotto di un gol senza per nulla demeritare! – avesse mal incassato lo svantaggio, che faticasse a reagire, che non trovasse la forza per rivoluzionare le cose.

Balle.

Nel secondo tempo si è vista una Squadra, con la S maiuscola, che ha prima riacciuffato il pari, e che poi ha trovato l’energia per andare a vincerla. Con lo spunto conclusivo di un inesauribile bomber che si chiama Leonard Jaku: compirà 41 anni il 14 giugno, non ha ancora perso il vizio di costringerci ad aggiornare le statistiche, questa volta con un gol potenzialmente pesantissimo per la storia del calcio monregalese e per quanto seguirà. Giù il cappello a chi come Leo pensa che non esiste un’età in cui non si può più migliorare o dare tanto ad un gruppo. Gli onori a Jaku non devono comunque porre in secondo piano o oscurare in ombra nessuno, un po’ tutti hanno messo in campo prestazioni maiuscole per centrare l’obiettivo.

Il 4-4-2 di giornata prevede Griseri e Cuniberti centrali con Fenoglio (a destra) e Barberis (a sinistra) a presidiare le rispettive fasce; a centrocampo la solidità di Stefano Maia e Martini con Tirari a destra e Martinetti a sinistra; davanti assieme a Massa Boa la gioventù di Matteo Maia, classe 2002. Dopo nemmeno due minuti subito Monregale in evidenza con una verticalizzazione profonda per Massa Boa che si invola verso la porta ma all’ultimo viene anticipato da un chirurgico intervento di Petrini in angolo. Un errore in disimpegno invece regala al Tre Valli la prima chance: 8’, retropassaggio troppo corto di Fenoglio all’indirizzo di Gonella, si inserisce Lezu che vince il rimpallo con il portiere, fortunatamente la palla scivola in corner. Distrazione difensiva pareggiata al 14’ con black out nella retroguardia ospite che libera Tirari al cross da fondo campo, palla all’indietro a centro area per Massa Boa, un rigore in movimento che però esce centrale, Ouattara respinge di piede. La gara si sblocca alla mezz’ora: calcio d’angolo per il Tre Valli scaturito da una imperfezione in fase di impostazione, cross di Pereira dalla sinistra che incoccia contro il braccio di Martinetti in torsione per coprirsi il volto, per l’arbitro è rigore, dal dischetto Giacosa la infila all’incrocio, vantaggio esterno. La reazione della Monregale c’è e si fa sentire: al 37’ Martinetti crossa da sinistra, Ouattara respinge corto, a due passi dalla linea di porta Matteo Maia non riesce a ribadire in rete. Ma la chance più ghiotta la segnaliamo al 40’: contropiede, Massa Boa fila via veloce sulla sinistra, nello spazio centrale per Barberis che accorre come un razzo, si invola palla al piede e a tu per tu con Ouattara tira, palo clamoroso e sfortunaccia nera.

La ripresa si apre subito sotto i migliori auspici per la Monregale: 2’ imbucata centrale per Maia che aggira Lanza il quale lo mette giù strattonandolo all’ingresso in area, è calcio di rigore che Massa Boa trasforma per il pareggio. Il Tre Valli fa fatica a costruire gioco ma resta pericoloso con gli spunti personali (24’ Lugliengo sbuca dalla destra e conclude in area colpendo l’esterno della rete; alla mezz’ora cross dalla destra di Pipi, girata sempre di Lugliengo nel cuore dell’area, Gonella attento respinge), la Monregale aspetta e sembra crederci, ha un’altra grande occasione al 27’ quando Massa Boa va via molto bene dalla destra, crossa al centro, Matteo Maia di testa viene anticipato di un soffio, palla al limite per Stefano Maia che cerca il secondo palo, tiro rimpallato; sul rovesciamento di fronte bravo Gonella ad uscire fuori area per anticipare Lugliengo. I ritmi si abbassano, in un certo frangente c’è la sensazione che nelle due squadre subentri anche un po’ il timore di perderla. Ma veniamo ai minuti finali e agli episodi decisivi: al 35’ Lanza, già ammonito, riceve il secondo giallo e finisce anzitempo sotto la doccia; nella girandola delle sostituzioni che ridisegna parzialmente l’assetto della Monregale alcuni minuti prima era entrato Leo Jaku, che al 44’ su un ottimo spunto dalla sinistra di Mazouf anticipa tutti e gira il pallone in rete, da grande attaccante qual è, sorprendendo l’incolpevole Ouattara. È il 2-1 finale, decisivo, corroborante per il morale, per la classifica e per tutto l’ambiente. Proprio quello che ci voleva.

Giorgio Michelotti, allenatore Monregale

Abbiamo giocato con l’atteggiamento giusto, con fame, con voglia. A fine primo tempo ho cercato di scuotere la squadra perché non si poteva essere sotto dopo 45’ così. Nella ripresa infatti abbiamo pareggiato subito, abbiamo fatto venti minuti molto bene, poi ci siamo seduti; non abbiamo raccolto per quanto abbiamo costruito. Poi è arrivato il gol di Leo, pesantissimo: la copertina se la merita non solo lui, ma tutti insieme. In quella palla spinta in rete ci siamo tutti, perché tutti cercavamo la vittoria. È arrivata, siamo soddisfatti cerchiamo di continuare su questa strada che è quella giusta.

MONREGALE (4-4-2): Gonella; Fenoglio, Griseri, Cuniberti, Barberis (29’ st Rossi); Tirari (36’ st Mazouf), S. Maia, Martini (15’ st Gazzera), Martinetti (8’ st Bonelli); M. Maia (32’ st Jaku), Massa Boa. A disp. Calandri, Malloul, Pettiti. All. Michelotti.
TRE VALLI: Ouattara; Pereira, Formento, Petrini, Peirano, Lanza, manassero (6’ st Pipi), Giacosa, Lugliengo, De Carolis (25’ st Ballario), Lezu (36’ st Prioli). A disp. Turco, Pala, Tomatis, Mondino. All. Ravotto.
Arbitro sig. Giorgio Cappotto di Nichelino.
Reti: pt 29’ rig. Giacosa (T); st 4’ rig. Massa Boa (M), 44’ Jaku (M).
Note: spettatori 120 circa. Ammoniti Griseri, S. Maia, Massa Boa, Martini, Jaku, Bonelli (M); Peirano, Lanza (T). Espulso al 35’ st Lanza (T) per doppia ammonizione. Tempo di recupero: pt 1’, st 5’.

Free Download WordPress Themes
Download WordPress Themes Free
Free Download WordPress Themes
Download WordPress Themes
udemy paid course free download
download micromax firmware
Download WordPress Themes Free
udemy paid course free download
×