Azzurra 1 - 1 Monregale

21 January 2018 - 14:30 at Federico Roccia

Un punto, e gran paura per Leo

Iniziamo subito il nostro resoconto di Azzurra-Monregale dall’episodio di cronaca che risale al 19’ del secondo tempo: in un contrasto di gioco con un difensore avversario (che per inciso vale il rigore che porterà al pareggio i monregalesi), Leo Jaku cade a terra battendo violentemente il capo; l’attaccante della Monregale crolla esanime sotto gli occhi di compagni ed avversari. Chiamati a gran voce dai giocatori in campo, immediatamente entrano in azione i soccorsi dalla panchina; al massaggiatore Roberto Granito, primo a prestare aiuto, si affiancano anche un medico ed un’infermiera presenti in tribuna. Leo rimane privo di coscienza per circa due minuti; poi piano piano si rianima, e viene stabilizzato dai soccorritori mentre un’ambulanza della Croce Bianca di Fossano sopraggiunge al campo di Morozzo. Viene trasportato all’Ospedale Regina Montis Regalis di Mondovì dove al momento è tranquillo, assistito dai famigliari, è in attesa di un approfondimento di indagini diagnostiche e dell’accaduto non ricorda assolutamente nulla. È ovvio che a Leo Jaku, atleta e uomo esemplare, simbolo del calcio monregalese, vadano i migliori auguri di una prontissima ripresa, conditi da un fortissimo abbraccio (che avvolge anche Deivid e Braian, presenti alla partita e molto scossi dall’accaduto) da parte di tutti noi della Monregale.
Complicato, dopo ventotto minuti di sospensione, e dopo un episodio del genere che scombussola i pensieri, tirare le fila di una partita molto attesa – dopo due rinvii e le settimane di stop per le feste natalizie – quanto povera di contenuti, da entrambe le parti. Tirata, combattuta, ma essenzialmente brutta.
Monregale in campo inizialmente con il 4-2-3-1, con l’esordio di Sabri Miha (1997, ex-Boves) largo nei tre a supporto dell’unica punta. La giornata particolarmente sfortunata, se non infausta, annovera inoltre l’infortunio di Matteo Mellano, il cui ginocchio fa crac proprio all’ultimissimo minuto del primo tempo (anche a lui augurissimi). Il primo tempo ha poco da dire: Monregale che tenta di costruire, Azzurra che riparte; i ragazzi di Enrici paiono avere qualche difficoltà di troppo nei contrasti, soprattutto in quelli aerei, e di patire un po’ troppo la fisicità di un avversario che sa far rendere al massimo l’opportunità di giocare sul piccolo terreno di gioco amico. Gli ospiti partono meglio e paiono abbastanza frizzanti, cercano di aggirare i morozzesi con il gioco sulle fasce proponendo un paio di traversoni che però restano senza sbocchi. Non così al 14’ quando Sampò affonda da destra, centra per Jaku che incorna sul secondo palo, Ferrero blocca in tuffo. L’Azzurra muove le acque nelle fasi centrali della frazione e al 28’ si rende pericolosa con una buona occasione sui piedi di Tomatis, ma la sua girata nel cuore dell’area si perde alta. Al 34’ il vantaggio dei locali: punizione laterale da destra, cross con una prima deviazione che Gonella respinge con una prodezza, la palla si impenna sull’incrocio, ritorna a terra dove Fenoglio insacca nonostante il disperato tentativo sulla linea dei difensori monregalesi. Non succede praticamente più nulla tranne il già citato infortunio di Mellano, che ad inizio ripresa lascerà il posto a Cuniberti.
Ripresa subito un tantino più vivace: al 3’ bella palla in profondità di Lucchino per Sampò, anticipato in angolo; al 6’ azione Azzurra che si sviluppa sulla destra, palla al centro per Fenoglio, controllo difficoltoso, conclusione che Gonella riesce a deviare in corner con un grande intervento. Al 14’ ancora intrusione sulla destra della Monregale, cross rasoterra per Jaku che anticipa il difensore, ma il suo tiro finisce sull’esterno della rete; al 19’ altro punto di svolta: palla sulla sinistra per Lugliengo, fantastico assist centrale per Jaku, messo giù: per l’arbitro, nessun dubbio, è rigore. Seguono i minuti di angoscia descritti nelle prime righe. Poi, per fortuna, tutto sembra tornare a posto, l’eterno carrozzone del pallone riprende a girare, e Cavallo dal dischetto fa secco Ferrero per il pareggio. Da segnalare ancora al 24’ un cross di Fenoglio dal fondo, colpo di testa di Matteo Mana sul secondo palo, palla che esce non di molto con una traiettoria sulla quale, forse, Gonella non sarebbe potuto arrivare. E nel finale, l’esordio di un altro ragazzo del 2000 nelle file della Monregale: Federico Barberis rileva Sampò (toccato duro e uscito zoppicante), e ha tempo a mettersi in mostra con un ottima diagonale difensiva che allontana possibili guai dai monregalesi.

AZZURRA (4-4-2): Ferrero; Caldano, Ghibaudo, Oggero, Bonelli; Coates, M. Mana, S. Mana, Tomatis (32’ st Rinaudo); Vallati (34’ st Pellegrino), Fenoglio. A disp. Gazzera, Burdisso, Caviglia, Civalleri, Dutto. All. R. Blua.
MONREGALE (4-2-3-1): Gonella; Sampò (39’ st Barberis), Griseri, Mellano (1’ st Cuniberti), Lasala; Lucchino, Gregorio; Miha (8’ st Serra); Cavallo, Lugliengo; Jaku (19’ st Martini). A disp. Turco, Daziano, Capellino. All. Enrici.
Arbitro sig. Federico Leuci di Nichelino.
Reti: pt 34’ Fenoglio (A); st 20’ rig. Cavallo (M).
NOTE: spettatori 80 circa; tempo di recupero: pt 3’, st 3’. Partita sospesa per 28’ al 19’ st per infortunio a Jaku (M). Ammoniti Ghibaudo, M. Mana, S. Mana (A); Sampò, Miha (M). Espulso al 47’ st M. Mana (A) per doppia ammonizione.

Download Best WordPress Themes Free Download
Download Nulled WordPress Themes
Download Nulled WordPress Themes
Download Nulled WordPress Themes
lynda course free download
download karbonn firmware
Download Premium WordPress Themes Free
udemy paid course free download
© 2017 Monregale Calcio | P.IVA 02402790048
×