Canale 2 - 1 Monregale

19 May 2019 - 15:30

Monregale cade in Seconda categoria. E’ questo l’inappellabile verdetto della gara di play-out di Canale, epilogo sportivamente drammatico di una stagione balorda, per la Prima squadra monregalese. Una caduta che fa male, seppur arrivi alla conclusione di un’annata dove già le premesse non erano delle più rosee. Dalle difficoltà estive ad allestire una rosa competitiva, ai primi sorprendenti risultati che sembravano smentire le previsioni pessimistiche; dalle prime problematiche di punti, all’in&out nella zona calda della classifica; fino all’ultima parte del campionato, un terrificante mese di marzo in cui si è racimolato poco o nulla, la certezza del play-out. Premesse, storia passata e storia recente che hanno portato ad un epilogo che per chiunque fosse dotato di buonsenso poteva sembrare, se non scontato, quantomeno preventivabile.
Tuttavia in molti, quasi tutti, non hanno mai smesso di credere che sì, alla fine la si sarebbe sfangata, che magari gli episodi sarebbero volti a nostro favore, che nella partita secca, si sa, tutto può succedere. Onore a chi ci ha sempre creduto e ha sempre lottato. Ma invece no, anche lo spareggio salvezza a Canale è stato specchio fedele di gran parte della stagione, una partita in cui non si sarebbe meritato di perdere, in cui si è stati in gioco fino alla fine… Ma non è bastato. Non è bastato l’impegno, la determinazione riaffiorata tra i ragazzi dopo un periodo di smarrimento; non è bastato il duro lavoro di queste settimane. Siamo tristemente a fare i conti con una realtà che ovviamente ci delude. Delusione sicuramente attenuata da quanto di buono si sta continuando a realizzare, dalla Monregale: pensiamo al Settore giovanile, con tre squadre che hanno mantenuto la categoria regionale, e due in piena corsa per conquistarla. Sono successi che storicamente (e mediaticamente) fanno meno rumore, delle sorti di una Prima squadra: ma è anche vero che a costruire si parte dal basso, dalle fondamenta, e la filosofia della Monregale è sempre stata che l’ossatura della prima squadra cittadina debba essere formata dai prodotti delle giovanili. Che in questo momento si misurano – tra Juniores ed Allievi – con le principali realtà del panorama regionale, squadre e società blasonate, con le quali – tra l’altro – non si è mai sfigurato. Il nome di Mondovì (e del Monregalese) va in giro per il Piemonte grazie ai ragazzi della Monregale; con onore, su campi prestigiosi come Pinerolo, Chisola, e tante realtà del Torinese da sempre sulla cresta dell’onda. Ragazzi pronti, tra qualche tempo, a brillare anche in prima squadra, sotto la torre del Belvedere. Per la pura soddisfazione di onorare la maglia, al di là di ogni logica mercenaria. Basta avere pazienza.
Il presente parla purtroppo di una caduta, al termine di una partita combattuta, una “finale” giocata a viso aperto. Parte meglio il Canale, che al 3′ si presenta dalle parti di Danna con Scalzo che conclude potente rasoterra sul primo palo, Danna respinge col corpo; al 5′ il gol del vantaggio, palla che sbuca in area sulla sinistra, controllo di Lanzo, diagonale secco sul secondo palo e 1-0. La Monregale si riscuote e soprattutto nella fase centrale guadagna metri e si propone con costanza in avanti. Al 20’ Tirari recupera bene sulla sinistra, serve Massa Boa che da 25 metri calcia fuori. Numerosi i tentativi dalla distanza degli ospiti, tanti i calci d’angolo conquistati, su uno di questi un colpo di testa di Mellano termina fuori di poco. Il Canale riparte spesso in contropiede: su una di queste occasioni (scaturita però da un fallo non fischiato) al 40’ palla lunga sulla sinistra per Lanzo che scarta anche Danna in uscita, tira a botta sicura, grandissimo intervento di Cuniberti che rinvia sulla linea; 2’ dopo ancora Lanzo firma il gol del terribile 2-0. Monregale potrebbe tornare in partita con Gazzera che si libera al tiro in piena area, conclusione però troppo poco cattiva, nulla di fatto. Nella ripresa i ragazzi di Michelotti potrebbero riaprirla al 6′: gran bella azione manovrata, palla che cambia fronte a servire Tirari a tu per tu col portiere, tiro da posizione favorevolissima, clamorosamente alto. Poi la girandola di cambi, il traccheggio dei padroni di casa a far passare il tempo in modo innocuo, un arrembaggio monregalese abbastanza ben contenuto. Fino al 38′ quando Mazouf con un destro all’incrocio sembra riaprire i giochi: un 2-2 acciuffato all’ultimo potrebbe voler dire tempi supplementari, un’altra partita. Non succede però più nulla, nemmeno nei 5′ di recupero concessi dall’arbitro. Il fischio finale spalanca il baratro della Seconda sotto i nostri piedi. E le lacrime di tanti dei nostri ragazzi sono sincere, meritevoli di silenzio e rispetto.
Ritornando da Canale, dopo giorni di nuvoloni neri e pioggia, rincasiamo al quartier generale del CSM sotto un cielo che offre uno squarcio di sereno, lasciando filtrare i raggi del sole. E allora ci viene da pensare che oggi piove, sulla Prima squadra della Monregale, ma la pioggia non lava via quanto di buono e di bello si sta costruendo e si continuerà a costruire. Che per un risultato sportivo negativo, in questa stagione, ce ne sono stati altri estremamente luminosi, portati a casa dai nostri ragazzi, e altri possono ancora arrivare, da qui al prossimo ed immediato futuro. Non è sicuramente la fine, da ogni caduta ci si rialza.
Certo, abbiamo pianto, oggi; le nostre lacrime si sono mescolate ai goccioloni di pioggia. Ma forse ha ragione Paulo Coelho: chi desidera vedere l’arcobaleno, deve imparare ad amare anche la pioggia…
CANALE: Viotto, Bertero, Bordone, Bergadano, De Paulis, Valente, Pennasso (27’ st Ursache), Bourhil (11’ st Matteoda), Autera, Scalzo, Lanzo. A disp. Castello, Fontanone, Pecchio, Sacchetto, Cori, Fasano. All. Grosso.
MONREGALE (4-4-2): Danna; Fenoglio, Cuniberti, Mellano, Barberis (16’ Griseri); Tirari (19’ st Jaku), Gazzera (27’ st Muca), Martini, Bonelli (31’ st M. Maia); Salifu, Massa Boa (7’ Mazouf). A disp. Gonella, Filippi, Martinetti, D’Agostino. All. Michelotti.
Arbitro sig. Laugelli di Casale.
Reti: pt 5’ e 42’ Lanzo (C); st 38’ Mazouf (M).
NOTE: spettatori 150 circa. Ammonito Mazouf (M). Tempo di recupero: pt 0’, st 5’.

Free Download WordPress Themes
Download Premium WordPress Themes Free
Download Premium WordPress Themes Free
Download WordPress Themes Free
udemy course download free
download huawei firmware
Download Best WordPress Themes Free Download
free download udemy course
×