L’onestà esiste

3 Gennaio 2019

Quello che vedete nell’immagine è un semplice portafoglio in tela, liso dall’uso, consumato. È il portafoglio che utilizziamo per il fondo cassa Monregale. Ha una storia da raccontare, piccola, ma dai significati a nostro avviso profondi, soprattutto se rapportato ai tempi in cui viviamo, di ansie, preoccupazioni, sospetto, sfiducia verso il prossimo. Ci è malauguratamente capitato di smarrirlo, l’ultimo giorno del 2018, mentre facevamo le ultime, frettolose compere nei pressi di un noto parco commerciale alle porte della città. Un episodio che ci ha ovviamente rovinato la conclusione dell’anno vecchio, non tanto per il contante di fondo cassa all’interno che davamo ormai per speso da mani altrui, quanto per la presenza di alcuni documenti importanti. Elemento che ci ha condotto alla denuncia di routine alle forze dell’ordine competenti, con un passaggio (vano) anche alla Polizia locale nella sezione oggetti smarriti. Senza peraltro grosse speranze di ritrovare i nostri effetti, considerando il contesto in cui erano stati perduti e – appunto – quello general-globale in cui l’onestà sembra diventato un valore più smarrito del nostro povero portafoglio.
Oggi pomeriggio abbiamo dovuto ricrederci. E un raggio di luce ha illuminato l’alba del nostro 2019. Abbiamo ricevuto una chiamata in segreteria oggi, 3 gennaio, da una voce che ci annunciava di aver ritrovato… qualcosa di nostro. Inizialmente non avevamo nemmeno pensato al nostro portafoglio, lo avevamo già archiviato come irrimediabilmente perduto. E invece, nemmeno un paio d’ore dopo ci veniva consegnato dalle persone che lo hanno ritrovato al parco commerciale, probabilmente frequentato in quel giorno da migliaia di persone. Completo, e questo è quello che ci ha aperto il cuore, di tutti i documenti e di tutto il denaro contante originariamente presente nel portafoglio. Non un centesimo di meno. E chi ce l’ha restituito non ha voluto assolutamente nulla in cambio. Queste poche righe vogliono quindi essere un semplice ringraziamento per Debora, Marianna e Antonietta: sono loro le nostre eroine. Non solo per averci restituito portafoglio perduto, ma per averci regalato una fiducia nuova verso le persone, e averci ricordato che l’onestà è ancora viva. Non lo dimenticheremo.
Buon 2019.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×